Se magari stessero zitti

Se magari stessero zitti,
potrei concentrarmi e scrivere.

Ma quelli alzano la voce.

Muovono cose.
Sudano.
Sporcano.
Vivono.

Toccherà pulire, e lei non può farlo.
Di lei non mi fido più.

Silenzio.

Che succede?
Ho raggiunto uno stato mentale zen che annulla le cose, mi dico.

Poi quel basso,
nauseante
fiato di carne.

Ci vorrà altro tempo.

Mattia, 6 febbraio 2016

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *